Classificazione F.C.I.:  Gruppo 6 – segugi e cani per pista di sangue
Le caratteristiche principali di un beagle sono sicuramente la vivacità, l’allegria, e la grande inesauribile voglia di giocare, gli anni di vita in muta ne hanno fatto sicuramente un soggetto molto socievole e abituato quindi a lavorare in gruppo, mai rissoso o attaccabrighe, ama stare in compagnia e non sopporta di essere lasciato solo per lungo tempo. La prima cosa che si nota nel beagle è la coda. Portata eretta e vibrante sul dorso ricorda la forma di una spiga. Di origini antichissime, selezionato per la caccia alla lepre ma anche al daino al cerco e al capriolo si è adattato bene anche al ruolo di compagno dell’uomo. Di aspetto tenero e accativante negli ultimi anni si è guadagnato costantemente la simpatia di gran parte del mondo cinofilo e non. Una crescita significativa che non è dovuta ai capricci di una moda passegera.

Le origini
Il beagle ha origini molto antiche, le prime tracce di cani simili si trovano già in Senofonte che, nel 433 a.C. descrive piccoli cani adoperati nella caccia le cui caratteristiche sono sorprendentemente affini a quelle del beagle moderno.
La Caterbury Tales (sorta di Decameron inglese) parlano di piccoli cani che accompagnano la Prioressa che, per la prima volta, verranno chiamati Beagle nel 1475, in The Squire of Low Degree.
Sull’etimologia del nome c’è chi la fa risalire all’inglese antico (Begle) all’antico francese (Beigh) o infine al celtico (Beag) che significano tutti comunque piccolo,
Nel quindicesimo secolo, epoca dei Tudor, la regina Elisabetta si occupava personalmente dell’allevamento di tali cani, selezionandone in particolare la tagli (piuttosto piccola), al punto che ancor oggi accennando a soggetti di ridotte dimensioni, si parla impropriamente di tipo Elisabetta. Risale a quest’epoca anche l’appellativo Singing Beagles, che cantano, in relazione alla voce melodiosa, dal tono morbido e abbastanza profondo peculiare di questa razza.
Fino alla secondo guerra mondiale i Beagle veniva adoperati in Inghilterra solo per la caccia. Successivamente, con la decadenza di questa, il beagle attira su di sé l’attenzione dei cinofili, sfondando nel mondo del Pet e delle esposizioni. Il successo è esplosivo: dai 64 esemplari nel 1950 si passa ai 3979 del 1969. (Sorprendente analogia con quanto avvenuto in Italia trent’anni dopo!).
A differenza del paese d’origine, dove il beagle non è più utilizzata nella caccia, questo impiego rimane in Australia, Nuova Zelanda, Sud Africa e Stati Uniti, dove l’habitat ancora lo consente, resta comunque il suo impiego in prove sportive condotte dai club specializzata, utili per testarne e mantenerne le originali qualità venatorie.

FCI Standard N°161/ 24.07.2000

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 24.06.1987
Aspetto Generale : Cane segugio, robusto, di struttura compatta ed elegante, priva di tratti grossolani.
Caratteristiche : Adatto alla caccia in corsa della lepre seguendo una pista. Ardito, energico e determinato. Vivace, intelligente e con un buon carattere.
Temperamento : Amabile e sveglio, né aggresivo né timido.
Testa e cranio : Testa di media lunghezza, possente ma non grossolana, senza rughe o pieghe, più affusolato nelle femmine. Cranio arrotondato in cima, di larghezza moderata e con una lieve protuberanza occipitale. Lo stop, ben marcato, è equidistante dall’occipite e dall’etremità del naso. Il muso non è smussato e le labbra sono ben cascanti. Tartufo largo, nero, con minor pigmentazione nei soggetti a mantello più chiaro; narici ben aperte.
Occhi : Abbastanza grandi, ben distanziati, marrone scuro o nocciola; né infossati nelle orbite ma neppure sporgenti, con un’espressione dolce e maliziosa.
Orecchie : Lunghe, con le estremità arrotondate, scendono sulle guance con grazia e, distese, raggiungono la punta del naso. L’arcatura è bassa, di tessuto sottile.
Bocca : Mascelle robuste e dentatura a forbice perfetta e regolare. Gli incisivi superiori si chiudono in una morsa stretta sugli inferiori e sono perpendicolari alle mascelle.
Collo : di sufficiente lunghezza per permettere al cane di poggiare il naso al suolo con facilità. Leggermente arcuato, quasi privo di giogaia.
Tronco : linea superiore diritta e orizzontale;lombi corti ma ben equilibrati robusti e flessibili;petto disceso fin sotto i gomiti;costole ben cerchiati che si spingono bene all’indietro.
Coda : Robusta e di media lunghezza attaccata alta e portata allegramente; mai arrotolata verso il dorso né inclinata sul davanti. Ben piumata, in particolare nella parte inferiore (spigata).
Arti inferiori: Spalle oblique e non appesantite. Gli anteriori sono diritti, ben piantati e muscolosi, senza affusolarsi verso il piede. L’ossatura è arrotondata e il metacarpo è corto. I gomiti sono obliqui, non deviati né all’esterno né all’interno; la distanza da terra al gomito è metà della distanza da terra al garrese.
Arti posteriori : Cosce muscolose e ben angolate. Garretti solidi, ben scesi e paralleli.
Piedi : Vicini e ben appoggiati, provvisti di buone articolazioni e di cuscinetti plantari spessi. Niente piede da lepre e unghie corte.
Andatura : Andatura senza oscillazioni. Il passo è sciolto, con ampio allungo degli anteriori; il passo in avanti è deciso, la propulsione è data dai posteriori. In movimento il cane non deve essere sbilanciato all’indietro né sfalciare o sgambettare sul davanti.
Mantello : Il pelo è corto, fitto e resistente.
Colore : Ammessi tutti i colori dei cani segugi eccetto il color fegato, L’estremità della coda è bianca.
Altezza : L’altezza al garrese oscilla entro un valore minimo di 33cm e un massimo auspicabile di 41cm.
Difetti : Ogni deviazione dallo standard è da considerarsi un difetto, che va penalizzato secondo la gravità.
NOTA: I maschi devono avere due testicoli di aspetto normale, ben discesi nello scroto.

American Beagle Breed Standard

Head
The skull should be fairly long, slightly domed at occiput, with cranium broad and full. Ears–Ears set on moderately low, long, reaching when drawn out nearly, if not quite, to the end of the nose; fine in texture, fairly broad-with almost entire absence of erectile power-setting close to the head, with the forward edge slightly inturning to the cheek–rounded at tip. Eyes–Eyes large, set well apart-soft and houndlike–expression gentle and pleading; of a brown or hazel color. Muzzle–Muzzle of medium length-straight and square–cut–the stop moderately defined. Jaws–Level. Lips free from flews; nostrils large and open. Defects–A very flat skull, narrow across the top; excess of dome, eyes small, sharp and terrierlike, or prominent and protruding; muzzle long, snipy or cut away decidedly below the eyes, or very short. Roman-nosed, or upturned, giving a dish-face expression. Ears short, set on high or with a tendency to rise above the point of origin.
Body
Neck and Throat–Neck rising free and light from the shoulders strong in substance yet not loaded, of medium length. The throat clean and free from folds of skin; a slight wrinkle below the angle of the jaw, however, may be allowable. Defects–A thick, short, cloddy neck carried on a line with the top of the shoulders. Throat showing dewlap and folds of skin to a degree termed “throatiness.”
Shoulders and Chest
Shoulders sloping–clean, muscular, not heavy or loaded–conveying the idea of freedom of action with activity and strength. Chest deep and broad, but not broad enough to interfere with the free play of the shoulders.Defects–Straight, upright shoulders. Chest disproportionately wide or with lack of depth.
Back, Loin and Ribs
Back short, muscular and strong. Loin broad and slightly arched, and the ribs well sprung, giving abundance of lung room. Defects–Very long or swayed or roached back. Flat, narrow loin. Flat ribs.
Forelegs and Feet
Forelegs–Straight, with plenty of bone in proportion to size of the hound. Pasterns short and straight. Feet–Close, round and firm. Pad full and hard. Defects–Out at elbows. Knees knuckled over forward, or bent backward. Forelegs crooked or Dachshundlike. Feet long, open or spreading.
Hips, Thighs, Hind Legs and Feet
Hips and thighs strong and well muscled, giving abundance of propelling power. Stifles strong and well let down. Hocks firm, symmetrical and moderately bent. Feet close and firm. Defects–Cowhocks, or straight hocks. Lack of muscle and propelling power. Open feet.
Tail
Set moderately high; carried gaily, but not turned forward over the back; with slight curve; short as compared with size of the hound; with brush. Defects–A long tail. Teapot curve or inclined forward from the root. Rat tail with absence of brush.
Coat
A close, hard, hound coat of medium length. Defects–A short, thin coat, or of a soft quality.
Color
Any true hound color.
General Appearance
A miniature Foxhound, solid and big for his inches, with the wear-and-tear look of the hound that can last in the chase and follow his quarry to the death.
Scale of Points

Head
Skull
5
Ears
10
Eyes
5
Muzzle
5
25
Body
Neck
5
Chest and shoulders
15
Back, loin and ribs
15
35
Running Gear
Forelegs
10
Hips, thighs and hind legs
10
Feet
10
30
Coat
5
Stern
5
10
Total
100

Varieties
There shall be two varieties:
Thirteen Inch–which shall be for hounds not exceeding 13 inches in height.
Fifteen Inch–which shall be for hounds over 13 but not exceeding 15 inches in height.
Disqualification
Any hound measuring more than 15 inches shall be disqualified.
Packs of Beagles
Score of Points for Judging

Hounds
General levelness of pack
40%
Individual merit of hounds
30%
70%
Manners
20%
Appointments
10%
Total
100%

Levelness of Pack
The first thing in a pack to be considered is that they present a unified appearance. The hounds must be as near to the same height, weight, conformation and color as possible.
Individual Merit of the Hounds
Is the individual bench-show quality of the hounds. A very level and sporty pack can be gotten together and not a single hound be a good Beagle. This is to be avoided.
Manners
The hounds must all work gaily and cheerfully, with flags up–obeying all commands cheerfully. They should be broken to heel up, kennel up, follow promptly and stand. Cringing, sulking, lying down to be avoided. Also, a pack must not work as though in terror of master and whips. In Beagle packs it is recommended that the whip be used as little as possible.
Appointments
Master and whips should be dressed alike, the master or huntsman to carry horn–the whips and master to carry light thong whips. One whip should carry extra couplings on shoulder strap.
Recommendations for Show Livery
Black velvet cap, white stock, green coat, white breeches or knickerbockers, green or black stockings, white spats, black or dark brown shoes. Vest and gloves optional. Ladies should turn out exactly the same except for a white skirt instead of white breeches.
Approved September 10, 1957